Consulenza per traduzione simultanea

Ci sono molte conferenze diverse, tra cui mariti di altri media e che cadono da nuovi paesi, che conoscono e parlano lingue diverse. Durante la conferenza, tutti vogliono capire esattamente tutto, motivo per cui esiste una forma di traduzione della conferenza.

Questa formalità è una situazione di interpretazione, durante le conversazioni i partecipanti vengono messi in cuffia e attraverso di essi si parla la voce del lettore, che traduce semplicemente il testo alla conferenza, moderando la voce insieme all'originale.L'interprete parla sempre in numero alla persona.In termini di conferenza distinguiamo diversi tipi di tali traduzioni, e ovviamente:- consecutive - traduzioni dopo il discorso dell'oratore,- simultaneo - termina con il comando dell'oratore,- relay - tra due lingue usando una terza lingua,- riprendere - allenarsi da una lingua madre in un'altra,- pivot - utilizzo di una lingua di origine per l'intero,- cheval - un'influenza durante l'incontro funziona in due cabine,- sistema simmetrico - quando i partecipanti ascoltano le traduzioni in poche lingue selezionate,- sussurro: una traduzione diretta all'orecchio di un partecipante alla conferenza seduto all'interprete,- lingua dei segni - traduzione simultanea nella lingua dei segni.Come puoi vedere, le traduzioni delle conferenze non sono così funzionali e richiedono molte competenze importanti da parte dei traduttori, per poter contribuire a tali traduzioni devi essere una grande esperienza, una vasta conoscenza ed essere estremamente bravo in altri tipi di traduzioni.Molto spesso, tuttavia, durante la conferenza, gli interpreti interpretano usando il metodo dell'interpretazione consecutiva o visitando la cabina in modo simultaneo.Soprattutto in televisione, possiamo dare un parere su tali traduzioni quando mostriamo varie conferenze e riunioni.Tutte le informazioni sono fornite dal traduttore molto bene e nei dettagli, a volte il traduttore deve persino inviare l'articolo con lo stesso tono di voce e, naturalmente, sospendere la voce stessa come fa l'oratore.